Home > Il Gruppo > News > Jota-Joti

Jota-Joti

Inserito da admin il 10 ottobre 2011

 

 Gli scout di Conegliano allo JOTA-JOTI


 

logo_2011_imagelarge.png

 Ormai è diventato un appuntamento annuale e anche quest’anno i ragazzi del reparto “Kelly – Triangolo dell’Estate” del gruppo scout Conegliano 1 parteciperanno allo JOTA-JOTI, cioè al Jamboree On The Air e al Jamboree on The Internet che sono giunti rispettivamente alla cinquantaquattresima e quindicesima edizione.

Si tratta di evento internazionale organizzato dal WOSM (Word Organization of Scouts Movement) che consiste in un raduno mondiale di scout che si incontrano via radio, grazie al supporto di radioamatori e della loro organizzazione internazionale IARU, e via internet. Ogni anno questo incontro ha un tema che viene sviluppato attraverso una serie di attività tecniche e di gioco. Quest’anno il tema è: “pace, ambiente e disastri naturali” e con esso si vuole contribuire a sviluppare nei ragazzi uno dei principali aspetti dello scautismo, che è anche il loro motto, essere preparati. In particolare lo scopo è quello di far riflettere i giovani scouts su cosa potrebbero fare per favorire la pace tra gli uomini, per contribuire a preservare il Creato, per aiutare gli altri in situazioni di emergenza quali terremoti, tsunami o conflitti.

Sarà il Cansiglio la stupenda cornice ambientale nella quale le ragazze e i ragazzi del reparto svolgeranno le varie attività previste. Le postazioni radio e internet per mettersi in contatto con gli scouts di tutto il mondo verranno allestite in un apposito furgone messo gentilmente a disposizione dalla sezione di Vittorio Veneto dell’ARI (Associazione Radioamatori Italiani).

L’evento si terrà sabato 15 ottobre in occasione di un’uscita di due giorni che coinvolgerà l’intero gruppo scout coneglianese, che in questo periodo, come ogni anno, si ritrova al gran completo per effettuare i passaggi dei bambini e dei ragazzi più grandi da un unità ad un’altra: le bambine e i bambini di 12 anni passano dal branco lupetti al reparto esploratori e guide mentre le ragazze e i ragazzi di 16 anni del reparto salgono al clan. Ogni volta che qualcuno passa per così dire di “categoria”, si tratta di un momento importante, di una grande festa e solennità per tutto il gruppo scout, perché il ragazzo lasciando un posto sicuro e conosciuto, com’è la sua unità di origine, intraprende una nuova avventura piena di incognite e di insicurezze con l’atteggiamento tipico di ogni scout di proiezione verso l’ignoto e animato dal continuo gusto di esplorare che lo porterà a vivere da protagonista questo cambiamento.

Ritorna quindi, anche nel momento dei passaggi il motto di essere pronti e preparati che emerge dal tema dello JOTA-JOTI di quest’anno e che contraddistingue qualsiasi movimento scout del mondo. Del resto, se si dovesse spiegare a un profano che cos’è lo scautismo in poche parole, si potrebbe dire che è un modo per imparare a vivere fin da piccolo ogni cambiamento da protagonista positivo, trovando la propria felicità e quella degli altri per lasciare il mondo un po’ migliore di come l’abbiamo trovato.