IL REPARTO


Raccolta Ferro 2016 - Thinking Day "Connect the World"

Anche quest'anno il Gruppo organizza la consueta raccolta ferro di autofinanziamento per le attività.

Che si svolgerà il 19 e 20 febbraio con le consuete modalità, mentre Domenica 21 febbraio vivremo la raccolta ferro legata a quello che è l'evento del Thinking Day, creando un momento per fermarsi a riflettere e per Connettersi con il Mondo.

Scopo della raccolta è reperire fondi:

  • per il campo estivo di reparto (in particolare per rinnovare i pali delle tende sopraelevate);
  • per il RoverWay (un campo internazionale a cui parteciperanno alcuni rappresentanti del Conegliano 1);
  • da devolvere in beneficienza all'organizzazione mondiale delle Guide (WAGGGS) in occasione della Giornata del Pensiero (con lo scopo di incentivare lo sviluppo del guidismo e dello scautismo nelle aree del mondo più svantaggiate).

Giorni di raccolta ferro: venerdì 19 e sabato 20 febbraio 2016

Punto di raccolta del ferro: via Daniele Manin 187 (di fianco a Tomasella Idraulica)

Orari: dalle 8:30 alle 19:00

Cosa conferire: tutti i tipi di metalli (ferro, ghisa, acciaio, inox, rame, alluminio, ecc..)

Per grossi carichi e difficoltà di trasporto si effettua anche la raccolta a domicilio, basta scrivere a raccoltaferro@scoutconegliano.it oppure chiamare i numeri di telefono riportati sul volantino.

Giornata del pensiero: domenica 21 febbraio dalle 10:00 alle 16:00 presso la parrocchia San Pio X

Anche questo giorno sarà possibile portarci del ferro... ma soprattutto vi aspettiamo per giocare insieme nello stile scout che ci caratterizza e per riflettere sul tema della Giornata.

L'invito è aperto a voi, ai vostri parenti e amici e a tutti coloro che vogliono connettersi con altre realtà. Perciò estendete pure l'invito!

Per maggiori informazioni:

Volantino Thinking Day

Volantino Raccolta Ferro 2016

Racconti dalle Sfide: Vega

Foto di Guerra

Domenica 22 febbraio, ci siamo trovate per andare a visitare dei luoghi relativi alla Grande Guerra. Abbiamo visitato principalmente 3 posti: Villa Jacur, un ospedale da campo e un cimitero inglese. Ci ha guidato il papà di Ilaria che ci ha illustrato i vari luoghi e le loro caratteristiche.

IMG-20150222-WA0008

 

A Villa Jacur è successo un avvenimento tragico. 5 bambini morirono e una rimase ferita a causa di una granata da parte degli stessi italiani che volevano in realtà colpire il ponte sul Piave dei tedeschi.

 

 

IMG-20150222-WA0019

Per arrivare alla trincea abbiamo attraversato un bosco dove scorreva un ruscello che ci ha ostacolato ripetutamente. L’ospedale da campo era una trincea dove i medici effettuavano i primi interventi chirurgici d’emergenza. Non era rimasto molto, ma si vedevano dei “letti” fatti di roccia e una croce commemorativa.

IMG-20150222-WA0024

Infine siamo andate a Tezze di Piave (comune di Vazzola)IMG-20150222-WA0049 per visitare il cimitero militare inglese dove ci sono seppelliti 356 soldati britannici morti nei combattimenti. Fu costruito nel 1920 quando lo stato italiano concesse al Regno Unito un luogo per seppellire e commemorare i morti.

IMG-20150222-WA0021

 

 

Racconti delle Sfide: Deneb

Foto di Guerra

I MARTIRI CECOSLOVACCHI

image

Nel 1917 a combattere sul Piave a fianco dell’esercito italiano c’era anche una legione cecoslovacca, formata da ex prigionieri fatti precedentemente dagli italiani e da disertori dell’esercito austriaco. Alla vigilia della battaglia del solstizio, un plotone di legionari cecoslovacchi si era spinto in perlustrazione sul greto e gli isolotti del Piave tra il Montello e Falzè. Fatto sta che vennero catturati dagli austriaci. Dieci legionari furono fucilati a Collalto in località Col di Guardia presso casa Montone, mentre quindici furono portati a Conegliano e imprigionati nella Caserma Vittorio Emanuele II. Dato che non c’era abbastanza corda scelsero di fucilarli per poi appenderne quattro con le cinghie dei calzoni. Questi quattro soldati rimasero appesi per quattro giorni con al petto un cartello con scritto ” Cechi traditori della patria” nelle sei lingue parlate dell’impero Austroungarico. Per ricordarli venne murata nel giugno 1918 una targa più o meno nell’area dove è avvenuta l’esecuzione. Questa targa non avrà una storia meno travagliata e dolorosa dei poveri cecoslovacchi che ricorda. Infatti verrà distrutta dai tedeschi nel 1943. Ricostruita nel 1991. Nel 2010 un ragazzo la distrusse disegnando al suo posto svastiche e simboli fascisti. Adesso è stata ricostruita apposta nella via dedicata. Molte persone non sanno neanche che esiste o non ci fanno caso.

image 

Mercoledì 25 febbraio ci siamo recate a Vittorio Veneto, dove, si trova ancora una delle tante trincee della Grande Guerra. Arrivate al posto, grazie a una mamma che ci ha accompagnate, prima di entrare nella trincea abbiamo letto pa storia e l’utilizzo di questa. Entrate dentro, abbiamo percorso tutta la trincea. Poi, ritornate a Conegliano, siamo andate nella via dedicata ai Martiri Cecoslovacchi.

image

 

 

Racconti delle sfide: Orsi

Che 2 Pale

Siamo la squadriglia Orsi di Conegliano 1 e abbiamo deciso di partecipare al Return to Dreamland per l’impresa “Che due pale”.
Abbiamo quindi progettato e realizzato un generatore alimentato a torrente.
Esso consiste in mulino in scala collegato ad una Dinamo che porta corrente ad una lampadina.
Dato che funziona a meraviglia avremo luce continua nell'angolo di squadriglia a impatto zero.
L’ intensità di corrente generata dalla piccola turbina è di circa 4.5 V.
Tutto questo è stato possibile grazie all'aiuto di un maestro d’impresa, che ci ha fornito generosamente il suo tempo.
La costruzione è stata piuttosto semplice e non ci è occorso comprare materiale per realizzare il progetto. Infatti sono bastati:
1. 16 tavolette di legno con spessore variante da 0.3 mm a 0.5 mm;
2. Due cerchi sempre di legno con diametro di 17.0 cm e spessore di circa 1.5 cm
3. 5 tondini di legno di diametro 2 cm;
4. Colla vinilica;
5. Dinamo da bici;
6. Cilindro di ferro;
7. Filo elettrico;
8. Lampadina da 4.5 V;
9. Viti;

Il procedimento è durato solo 2 ore. È consistito in:
1. Praticare 5 fori sui dischi di legno;
2. Incidere 16 tagli laterali lungo il perimetro dei dischi;

IMG_1020
3. Assemblare i dischi tramite tondini di legno con le viti passanti per i fori precedentemente creati;
4. Mettere la colla sulle tavolette di legno;
5. Inserire le tavolette nei tagli;

IMG_1028
6. Aspettare che la colla si asciughi;
7. Inserire un tondino nel cilindro di ferro lasciando lo spazio per inserire il perno della dinamo;
8. Inserire la dinamo facendo in modo che non esca e che il perno faccia attrito con le pareti del cilindro;
9. Avvitare il tondino al tutto;
10. Collegare il filo alla lampadina e alla dinamo

IMG_1042IMG_1043

 

 

Racconti delle sfide: Altair

C’è uno scopo nell'iniziativa Return to Dreamland: migliorare. Migliorare il mondo e noi stessi. E così abbiamo fatto anche noi squadriglia Altair, scegliendo una sfida intitolata “Mastro Lindo”.

La sfida consisteva nel migliorare appunto una zona della nostra città, rimuovendone rifiuti e sporcizie lasciati lì da persone per niente civili. Domenica 18 gennaio 2015 ci siamo ritrovate nella zona delle piscine comunali per ripulire un’area ai lati di via Calpena. Con il sostegno del Comune, che ha individuato la zona e ci ha fornito l’autorizzazione, l’aiuto dell'Associazione Nazionale Carabinieri e di qualche genitore volenteroso e munite di inflessibile forza d’animo, ci siamo avventurate in quella che poteva sembrare un’impresa impossibile. Dopo ore di lavoro e pulizia, ma anche di condivisione e risate, siamo giunte al termine del nostro progetto orgogliose di aver dato un aiuto alla nostra comunità e allibite dall'enorme quantità del materiale raccolto.

Con una decina di sacchi d’immondizia pieni, il sorriso sul volto e la felicità nel cuore abbiamo meditato sul vero senso di questa nostra impresa, ovvero sensibilizzare noi e l’intera società su quanto poco basti per lasciare una traccia positiva nel mondo e avere rispetto di noi stessi e delle persone che vivono condizionate continuamente dalle nostre scelte.

IMG-20150118-WA0036 (320x180).jpg

 

Racconti delle Sfide: Aquile

Salve a tutti:
Siamo la squadriglia Aquile del Reparto Kelly-Triangolo dell'Estate.
Abbiamo deciso di impegnarci con come prima impresa la sfida regionale per il Veneto "chef per un giorno", per mettere in luce le nostre abilità in cucina preparando per gli ospiti dei succulenti piatti tipici della nostra regione.
Abbiamo deciso di invitare a cena il MASCI del nostro gruppo, anche per conoscerli un po meglio.
La cena è stata fatta a casa di Damiano, il capo squadriglia, mercoledì 28 gennaio.
Il menù presentato consisteva in:
Antipasto:   crostini al pomodoro e crostini ai funghi dell'Alpago e formaggio del Cansiglio
Primo:        Pasta e fagioli (pasta e fasioi in veneto)
Secondo:    Polenta,salame e pezzettini di grana
Dolce:        Tiramisù
Frutta di stagione e caffé corretto con la grappa
 
Finita la cena dopo una lunga chiacchierata, dove abbiamo potuto conoscerci meglio, il MASCI ci ha congedati promettendoci di rivederci presto.DSCN0029 (640x480).jpg
 
Alla prossima sfida
 

Inizia l'avventura: Return To Dreamland

Quest'anno 5 squadriglie del nostro Reparto hanno deciso di giocarsi nella grande avventura del Return to Dreamland, un gioco proposto a livello nazionale per tutte le squadriglie d'Italia, dove Avventura e Sogno sono il cuore.

Il gioco ha come scopo ricostruire Dreamland:

"Ma quando gli uomini smisero di sognare, le difese di quelle città caddero e quasi tutti andò in rovina. E con loro diminuirono anche i nostri sogni, dato che quella terra inconsciamente era anche ispirazione per la nostra. Il messaggio che ci giungeva quindi era chiaro: ricominciare a sognare, darsi da fare, per far sì che questi sogni fossero realizzati. Il sogno di uno, sarebbe stato di ispirazione per altri, il meccanismo era semplice, ciò che ci mancava era un numero sufficiente di persone che ci permettesse di ripartire per fornire sufficiente energia all’altro mondo. Ecco perché siete stati chiamati."

Per ricostruire Dreamland occorre che ogni Squadriglia partecipi e porti a termini durante l’anno delle “Grandi Sfide” e delle “Sfide Speciali”.

Per tutte le informazioni dettagliate qua trovate le: Regole del Gioco